sabato 21 ottobre 2017

SegnaLibriamo: Edmund Brown di Simone Toscano

Buon Sabato!
Eccomi qui a presentarvi un libro del quale sento parlare molto e molto bene. Ho letto recensioni positive e l'autore è disponibilissimo e alla mano (e voi sapete quanto i BookBlogger adorino questa "caratteristica"!). Il suo romanzo è da circa un mesetto nella mia wishlist e prometto di leggerlo al più presto, terminato questo intenso periodo, perché la curiosità è tanta.

Come vive un uomo costretto a sapere, a volte anche con decenni di anticipo, come e quando moriranno le altre persone?


Sto parlando di Edmund Brown di Simone Toscano, giovane esordiente romano e grande appassionato del mitico Stephen King (e questo, già, la dice mooolto lunga!).

Come vive un uomo costretto a sapere, a volte anche con decenni di anticipo, come e quando moriranno le altre persone? Com'è stare in ufficio, passare un documento al collega di fianco, e di colpo cadere in trance e vedere la morte futura di quell'uomo? Assistervi impotente, come in un orribile incubo. Prevedere come morirà il prossimo; se di una morte violenta, se di una malattia. Se ancora giovane, se molto vecchio. Come si può vivere con un oscuro segreto del genere senza impazzire? Senza cercare aiuto? Tutti cercano di non pensare alla morte, di ingannare le proprie esistenze con un giusto mix di impegni e felicità, cercando il più possibile di non pensare all'inevitabile momento in cui la fine arriverà per loro stessi o per le persone a loro care. Tutti, tranne Edmund Brown. Edmund Brown vive nella piccola comunità di Castrol, dove lavora come barista/barman alle dipendenze del burbero Jym Rodd. Ha 30 anni e convive con le agghiaccianti "visioni di morte" da quando era bambino. Ma la fragile barriera di normalità che ha costruito attorno al suo segreto sta per crollare...

Definito da molti come un libro di avventura, di amore, ma anche poliziesco e noir, Edmund Brown, autopubblicato nel 2014, è ancora "sulla cresta dell'onda" e non smette di appassionare i lettori. Ho incuriosito anche voi?

sabato 14 ottobre 2017

Blogger Recognition Award 2017


Buon sabato, lettori!
Ieri è arrivata una notizia tanto bella quanto inaspettata: una nomina per il Blogger Recognition Award!
Si tratta di un riconoscimento assegnato da altri bloggers, come nel caso del Liebster Award, con la differenza che è possibile nominare anche siti con più di 200 followers.

Anche questa volta le regole sono semplici:

1) Ringraziare il blogger che ti ha nominato ed inserire il link al suo blog.
Ringrazio di cuore Silvia del blog La nostra passione non muore ma cambia colore (adoro questa canzone dei Negramaro!) per la nomination e la bella possibilità di far conoscere il mio piccolo "angolo". Trovate tutto il suo mondo pieno di consigli e recensioni su libri, musica, teatro ed eventi culturali al link https://lanostrapassionenonmuore.blogspot.it.

sabato 7 ottobre 2017

Recensione: "La Fidanzata" di Michelle Frances

Buongiorno a tutti...che abbia inizio il weekend!
Finalmente ho terminato La Fidanzata ed eccovi la prima recensione di Ottobre. Posso tirare un sospiro di sollievo. La lettura mi ha alquanto turbata, come non succedeva da tempo. Forse dai tempi di Stephen King. E anche se non siamo a quei livelli, vi assicuro che questo thriller psicologico ha tutte le carte in regola per scombussolarvi la mente e le giornate.
Inizialmente non riusciva a prendermi. Ho trovato le prime pagine piuttosto lente e prolisse. Ho impiegato qualche giorno per abituarmi all’ambientazione e i personaggi. Superato questo scoglio, tuttavia, mi sono sentita come in cima alle montagne russe, pronta a sfidare una discesa ripida e travolgente.
E così è stato.


TITOLO: La Fidanzata
AUTORE: Michelle Frances
EDITORE: Nord
ANNO: 2017
PREZZO: 16,90€ (cartaceo); 9.99€ (eBook)
PAGINE: 450

TRAMA: Lei ama tuo figlio. Lei vuole la tua vita.
Laura sa di essere una madre iperprotettiva e – in fondo – gelosa di suo figlio Daniel, un brillante neolaureato dal futuro luminoso. Così, quando Daniel le presenta la sua nuova fidanzata, Cherry, lei si impone di essere gentile e addirittura invita la ragazza per qualche giorno di vacanza nella villa di famiglia a Saint Tropez. Ma tutti i suoi buoni propositi vanno in frantumi quando scopre che Cherry si fa riempire di regali e, soprattutto, ha mentito a Daniel riguardo al suo passato e al suo lavoro. E poi c’è sempre quella sgradevolissima sensazione che Cherry nasconda un lato oscuro e che stia tramando per metterla in cattiva luce col figlio. No, Laura non può rimanere a guardare mentre una spregiudicata arrampicatrice sociale cerca di rubarle Daniel. Deve agire. Ma sta per commettere un errore imperdonabile…
Cherry odia la sua vita. E adesso, finalmente, ha la possibilità di riscattare tutte le umiliazioni subite in passato grazie all’amore di Daniel. Un ragazzo ricco, bello, generoso. Peccato che tra lei e la felicità ci sia ancora un ultimo ostacolo: l’invadente, onnipresente Laura. Cherry è convinta che, dietro un’apparenza di sorrisi e buone maniere, Laura la disprezzi e sia disposta a tutto pur di tenerla lontana da Daniel. E allora l’unica soluzione è screditarla, farla apparire come una madre paranoica e pericolosa agli occhi del suo stesso figlio. Sì, sarà proprio Daniel l’alleato più prezioso per rendere l’esistenza di Laura un inferno. E per conquistarsi così la vita da favola che lei ha sempre sognato…

sabato 30 settembre 2017

Ricapitolando...Settembre

Buon Sabato, lettori!
Anche questo Settembre è volato via.
Ci tenevo a ringraziare tutti i miei lettori fissi che, in questi tre mesi e poco più, hanno contribuito a rendere il mio "angolino" un posto, per me, speciale.
Come ho già scritto sulla pagina Facebook, ho iniziato quest'avventura con il blog a Luglio, dopo molti dubbi e ripensamenti. Mi dicevo "Chi mai avrà voglia di leggere la mia opinione sui libri che leggo? A chi potrebbe interessare?". Ma la voglia di condividere i miei pensieri, quelli che dopo una lettura devi gridare al mondo perché da qualche parte devi sfogare quel che senti, era tanta. Troppa.
Così ho cominciato. Solo con il desiderio di leggere e scrivere (e delirare!).
Ho incontrato blogger fantastiche, scovato grazie a loro libri stupendi, ho fatto impazzire un designer di mia conoscenza (❤️) chiedendo continuamente consigli sulla grafica (che, prima o poi, ultimerò, prometto! Lavori in corso...), ho trovato l'appoggio e l'affetto di una cara amica e la gioia di trascorrere un po' del mio tempo libero con voi.
Per questo vi ringrazio. Tutti.


Ho già qualche libro "nel cassetto" (anzi, sulla mensola), qualcun altro fermo da mesi nella mia infinita wishlist. Ho esaurito per l'ennesima volta lo spazio nella libreria e Lunedì comincerò l'ultimo anno di Università.
Gioie e dolori.
Gioie perché la mia facoltà si trova in mezzo a due librerie. Dolori per lo stesso motivo.
Scherzo.
Per questo motivo, comunque, non sarò sempre attiva sul blog. Ma non mancherò di leggere sugli autobus, nelle pause studio e la sera. E cercherò di mantenere, per quanto possibile, attivo questo spazio che rappresenta, per me, un'oasi felice.

mercoledì 27 settembre 2017

Festival di Internazionale a Ferrara

Foto tratta da internazionale.it
Buongiorno!
Oggi vi parlo dell'undicesima edizione del festival di Internazionale che si terrà a Ferrara da Venerdì 29 Settembre a Domenica 1 Ottobre 2017.

Ferrara si ritrova ad ospitare oltre 130 incontri e 250 ospiti, 40 paesi, 4 continenti, 40 testate giornalistiche, 270 ore di programmazione.
Il pubblico del festival potrà ascoltare e incontrare giornalisti, studiosi, scrittori, fotografi e artisti provenienti da ogni parte del mondo grazie a dibattiti, interviste, proiezioni, workshop e mostre.

Il programma, che potete trovare all'indirizzo https://www.internazionale.it/festival/programma, è ricco e abbraccia i temi più discussi del momento: diritti umani, diritti delle donne, migrazione e
accoglienza, informazione e libertà d'espressione.

Foto tratta da internazionale.it
Senza trascurare i più piccoli: a loro sarà dedicato il Festival dei bambini, con letture, attività creative e laboratori per bambini dai quattro anni in su. I laboratori sono gratuiti, con un massimo di 20 partecipanti previo iscrizione. Potete trovare il programma al seguente link: https://www.internazionale.it/festival/notizie/2017/09/08/il-festival-dei-bambini.

Vi segnalo, alle ore 15 di venerdì 29 settembre, presso il Palazzo Crema, la presenza dello scrittore e giornalista Erri De Luca che, insieme a Mauro Corona presenterà Mani, con immagini inedite e pensieri sulla vita e i costumi delle popolazioni himalaiane. Il libro andrà a finanziare la Rarahil Memorial School di Kirtipur in Nepal.

Il Festival sarà inaugurato alle ore 10.00 presso il Cinema Apollo in centro.




martedì 26 settembre 2017

Recensione: "Ci vediamo un giorno di questi" di Federica Bosco

Buongiorno!
Ho appena terminato la lettura di Ci vediamo un giorno di questi di Federica Bosco.
Mi ero ripromessa di attendere almeno qualche ora prima di scriverne la recensione. Poi ho capito che non avrei saputo resistere e che dovevo cavalcare quel fiume in piena di emozioni che ancora mi scorrono davanti agli occhi come immagini di un film.
Quindi...eccomi qua. Buona lettura.

Una volta in strada la sentii urlare dall'alto.
"Perché fai tutto questo per me?"
"E per chi altri dovrei farlo?" le urlai di rimando continuando a correre.


TITOLO: Ci vediamo un giorno di questi
AUTORE: Federica Bosco
EDITORE: Garzanti
ANNO: 2017
PREZZO: 16,90€
PAGINE: 310

TRAMA: A volte per far nascere un’amicizia senza fine basta un biscotto condiviso nel cortile della scuola. Così è stato per Ludovica e Caterina, che da quel giorno sono diventate come sorelle. Sorelle che non potrebbero essere più diverse l’una dall’altra. Caterina è un vulcano di energia, non conosce cosa sia la paura. Per Ludovica la paura è una parola tatuata a fuoco nella sua vita e sul suo cuore. Nessuno spazio per il rischio, solo scelte sempre uguali. Anno dopo anno, mentre Caterina trascina Ludovica alle feste, lei cerca di introdurre un po’ di responsabilità nei giorni dell’amica dominati dal caos. Un’equazione perfetta. Un’unione senza ombre dall’infanzia alla maturità, attraverso l’adolescenza, fino a giungere a quel punto della vita in cui Ludovica si rende conto che la sua vita è impacchettata e precisa come un trolley della Ryanair, per evitare sorprese al check-in, un muro costruito meticolosamente che la protegge dagli urti della vita: lavoro in banca, fidanzato storico, niente figli, nel tentativo di arginare le onde. Eppure non esiste un muro così alto da proteggerci dalle curve del destino. Dalla vita che a volte fortifica, distrugge, cambia. E, inaspettatamente, travolge. Dopo un’esistenza passata da Ludovica a vivere della luce emanata dalla vitalità di Caterina, ora è quest’ultima che ha bisogno di lei. Ora è Caterina a chiederle il regalo più grande. Quello di slacciare le funi che saldano la barca al porto e lasciarsi andare al mare aperto, dove tutto è pericoloso, inatteso, imprevisto. Ma inevitabilmente sorprendente.

lunedì 25 settembre 2017

Ciak, si legge: Io prima di te

Buongiorno a tutti!
La scorsa settimana ho terminato la sessione autunnale e adesso sono qui, con i miei amati Linkin Park (sigh...) nelle cuffiette e una fetta di torta di mele accanto alla tastiera, pronta a coccolare il mio angolino.
Ma bando alle ciance! Qualche giorno fa, stremata dall'ultimo ripasso del signor Todorov, mi sono armata di fazzolettini (su consiglio di amiche) e ho, finalmente, guardato Io prima di te, tratto dal tanto chiacchierato romanzo di Jojo Moyes. Mi ha convinta? Sì. No. Può darsi. Di sicuro ho pianto. E tanto, vista anche l'ansia per l'imminente esame.

Io prima di te, come di sicuro ben saprete, narra la storia di Louisa Clark, eccentrica e impacciata ventiseienne, che trova lavoro presso la famiglia Traynor come assistente di Will, giovane paralizzato sulla sedia a rotelle dopo un drammatico incidente.
L'esuberanza e i coloratissimi abiti di Louisa porteranno nel cinico e sarcastico Will "più o meno l'unica ragione in grado di fargli desiderare di svegliarsi la mattina" (semi-cit.).
Ma a volte l'amore non basta. E, allora, un "fugace" incontro di anime può insegnare qualcosa a una e rendere migliori i giorni dell'altra.
Will spingerà Louisa a credere in se stessa e in una nuova vita lontana dalla grigia cittadina in cui è cresciuta e dove ha visto i suoi sogni infrangersi a causa dei problemi familiari. Lei, per contro, farà di tutto per far cambiare la fatale decisione presa dal giovane.